Come Lavarsi Con il Piede Ingessato – Guida Facile

Se hai subito un infortunio al piede o alla gamba e devi portare un gesso o un bendaggio che non può bagnarsi, devi trovare un modo per pulirti senza rovinarlo. In questa breve guida, ti daremo dei consigli su come farsi la doccia con un piede o una gamba rotta.

Avere a che fare con una gamba rotta non è facilissimo. Anche le cose più semplici e fondamentali come lavarsi diventano ostacoli quasi insormontabili.

Bagnare un gesso o un bendaggio può rovinarli irrimediabilmente ed allungare i tempi di recupero dall’infortunio, una cosa spiacevole che sarebbe meglio evitare.

Con l’aiuto di alcuni strumenti ed accessori, però, potrai farti la doccia senza preoccuparti di danneggiare le medicazioni. In questo articolo ti mostreremo come fare!

Come Rendere Impermeabile il Gesso

A differenza di un gesso sul braccio, una gamba rotta è impossibile da tenere fuori dal getto d’acqua della doccia.

Possiamo dividere in due categorie i metodi per rinforzare e rendere più resistente il gesso per potersi fare la doccia. La prima sono le soluzioni fatte in casa, con il fai date, mentre la seconda riguarda l’acquisto di prodotti specifici pensati per queste situazioni.

Protezioni per il gesso fai da te

Se preferisci non comprare un prodotto fatto apposta per impermeabilizzare il gesso, ecco alcuni metodi che puoi prendere in considerazione.

  • Utilizza delle buste di plastica – meglio se di quelle grandi e neri. La cosa importante è assicurarsi che non ci siano buchi e di stringerla intorno al gesso.
  • Pellicola trasparente cucina – è ancora meno affidabile, ma può essere comoda per la sua malleabilità, soprattutto se usata insieme ad una busta di plastica. Da usare solamente per chiudere le estremità o per gessi di piccole dimensioni.
  • Usa un asciugamano – se il gesso copre solo una piccola parte del piede, puoi pensare di avvolgerlo in un asciugamano e tenerlo direttamente fuori dalla doccia. Non è il metodo migliore ma per una doccia veloce dovrebbe bastare.

Ricorda però che nessuna di queste “soluzioni” ti garantisce un risultato perfetto, per questo passiamo a qualcosa di più sicuro.

Protezioni per il gesso su Amazon

Il modo migliore, più efficiente e sicuro per proteggere l’integrità del gesso o del tuo bendaggio è acquistare una protezione impermeabile.

Ci sono diverse soluzioni, chiaramente pensate anche per le varie parti del corpo.
Acquistandole non dovrai preoccuparti di stringere diverse buste di plastica intorno ai tuoi arti, con il pericolo che scivolino durante la doccia.
Tra i vantaggi inoltre queste soluzioni sono riutilizzabili senza problemi, risparmiando anche tempo per metterseli e toglierseli.

Protezione per la gamba fino a sopra il ginocchio

La chiusura stagna di questa protezione arriva fin sopra il ginocchio, permettendo di proteggere la gamba sotto la doccia. Il diametro dell’apertura è di 19 centimetri, per una lunghezza totale di 60cm.
Tiene ottimamente l’acqua e si può fare la doccia in tutta tranquillità.


Protezione per la gamba fino al ginocchio

Questa protezione arriva fin sotto il ginocchio ed è disponibile in due taglie, per adulti e per bambini. Il materiale utilizzato in questa protezione Bloccs è simile a quello delle mute stagne, consentendo l’immersione completa dell’arto in acqua. Per questo è utilizzabile anche per fare il bagno in piscina e nuotare! Consigliato per gessi piuttosto che per fasciature.


Protezione per il menisco

Questa protezione è particolarmente adatta per gambe e ginocchia maschili e femminili. I materiali sono trasparenti per consentire una vista all’interno. Ha due parti elastiche per regolare al meglio la chiusura in base alla propria gamba. Perfetto per proteggere da infortuni al ginocchio.


Protezione per il menisco

Questa protezione non è grandissima, ma copre al meglio il piede durante il bagno o la doccia. Perfetta se si ha una fasciatura, per gessi di grandi dimensioni potrebbe non bastare. Lo consigliamo per infortuni minori al piede ed alla caviglia.


Riesci a lavarti senza un aiuto esterno?

Con un po’ di pratica, imparare a farsi la doccia con una gamba rotta non è poi così difficile, specialmente se non hai altri problemi agli altri arti. Le cose più importanti sono un buon equilibrio e procedere con calma.

Se hai invece meno mobilità, o uno scarso equilibrio in generale, conviene farsi aiutare da un familiare o un amico, almeno le prime volte.

Un gesso deve essere tenuto di media dalle quattro alle dodici settimane, bagnarlo o danneggiarlo potrebbe allungare questi tempi e durante il recupero l’ultima cosa che vorrai è dover aspettare dei giorni o addirittura settimane in più.

Se pensi di aver bisogno di aiuto non farti troppe remore, non ha senso provare imbarazzo se ne hai veramente la necessità!

Consigli per fare la doccia con la gamba ingessata

  1. Copri il gesso con una protezione impermeabile
  2. Usa una sedia di qualche tipo nella doccia per sederti.
  3. Utilizza il doccino per avere più controllo sul getto d’acqua
  4. Asciugati da seduto per evitare di scivolare

Gesso Bagnato – Cosa Devo Fare?

Nel malaugurato caso in cui il tuo gesso si sia bagnato, ci sono delle cose che devi tenere a mente.
Va asciugato comunque immediatamente, prima con un panno per la parte esterna, e poi con un phon in modalità aria fredda in modo da far evaporare più velocemente l’acqua infiltrata all’interno.
La cosa importante è sicuramente contattare il medico così da valutare insieme come procedere anche in base alla situazione.

Conclusioni

Alcuni gessi riescono a sopportare un po’ d’acqua, ma questo non significa che siano impermeabili. Se bagnati, servono molte ore per far sì che si asciughino, soprattutto se l’acqua è finita in profondità.

Per questo è importante procedere con cautela nelle fasi post-operatorie, a prescindere dalla soluzione scelta.
Inizia lentamente e segui le istruzioni con cura, assicurandoti di aver coperto per bene tutta la superficie del gesso e tutto andrà per il meglio!

Lascia un commento